Un Bilancio di IMPLOSIONE

I perché della nostra contrarietà al bilancio previsionale 2017.

bilancio-consuntivo-2Abbiamo definito quello che ci è stato sottoposto in consiglio comunale, un bilancio di IMPLOSIONE: dopo anni di nostre denunce sui piani “ambiziosi” sbandierati dalla Giunta Comunale, tutti i nodi sono venuti al pettine!
Con il classico stile delle politiche miopi del Governo PD, hanno tagliato nell’ “Istruzione” e nei “Diritti sociali”, proprio nell’attuale contesto di crescente bisogno delle famiglie e di aumento drastico di richieste ai servizi sociali.
Tali tagli potevano essere ridotti attraverso il recupero dell’evasione della Tari che si attesta su diverse centinaia di migliaia di euro ogni anno, ma nemmeno ciò è avvenuto, riversando invece sui cittadini il costo di tale inoperosità.
Il bilancio, inoltre, non prevede alcun supporto economico nemmeno a tutela dell’artigianato, del commercio o dell’agricoltura: settori vitali della nostra economia, che vivono oggi uno dei momenti più difficili, di profonda crisi.
Così come notiamo che permane il disinteresse per incentivare il trasporto pubblico locale, migliorare la viabilità, rendere dignitosa la stazione ferroviaria o favorire ogni forma di mobilità dolce.
Per fare cassa si continua, anche quest’anno, con la vendita delle nostre azioni Hera o si spera in “ipotetiche” vendite di immobili al fine di realizzare, almeno, qualche opera pubblica, a questo punto altrettanto “ipotetica”, anche se, ovviamente, per forza di cose, sono opere pubbliche ridimensionate nelle aspettative rispetto a quelle sbandierate con tanta pomposità in precedenza.
Concludendo, abbiamo ritenuto questo bilancio basato su troppe incognite e soprattutto inadeguato rispetto alle esigenze e alle aspettative dei cittadini.

Be Sociable, Share!

Pubblicato il 9 marzo 2017 su Informazione/Stampa. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento