Sostegno agli operatori della Polizia Municipale

stemma_vigili_54_15037Anche il MoVimento 5 stelle si affianca alle proteste degli operatori di polizia municipale per il mancato incremento dell’organico, nonostante questo risulti da anni insufficiente al minimo necessario per coprire tutto il nostro territorio e come invece previsto dalle norme regionali.

Mentre si nota che, da una parte l’Amministrazione ha trovato le risorse per assumere nuovi e ben retribuiti Dirigenti, non si può certo non notare che non viene prestata la stessa attenzione per sanare una situazione di forte disagio e necessità di ulteriore organico, come quella denunciata negli ultimi giorni dagli operatori della nostra città.

La vertenza, che riguarda la prevista nuova organizzazione del servizio, si riferisce infatti alla volontà, da parte dell’amministrazione, di aumentare il personale di una sola unità a fronte però di una nuova turnazione dell’orario di lavoro non compatibile con la carente dotazione organica del Corpo.

 

Dal comunicato diramato dai sindacati della polizia municipale si apprende infatti che, dalla Prefettura di Modena, era stata avanzata la proposta di assumere almeno tre unità, pur se a tempo determinato, standard al di sotto del quale ogni altro espediente proposto non servirebbe a migliorare la situazione.

Prontamente gli stessi sindacati fanno poi riferimento invece alle risorse, che in questo caso l’amministrazione ha individuato per assumere un nuovo “ capo ufficio stampa” e si domandano quali in effetti siano le priorità dei cittadini; era proprio necessario optare per questa scelta a discapito del presidio del territorio, dopo oltretutto aver tanto sbandierato le difficoltà in cui versano le amministrazioni locali negli ultimi tempi?

Noi d’altro canto, dobbiamo poi purtroppo constatare che, nonostante il nostro accesso agli atti di qualche mese fa relativo alle premialità a favore del personale e alle progettualità dei settori, che si intendono mettere in campo per il comune di Castelfranco, ad oggi nessuna risposta ufficiale ci è pervenuta, da nessun ufficio.

Pare si tratti di un lavoro lungo e problematico da portare avanti da parte dei dirigenti responsabili e quindi non sarebbe ad oggi, Settembre 2016, ancora stato elaborato il piano delle progettualità per l’anno in corso (e qui ci sarebbe da aprire un capitolo specifico in quanto non capiamo proprio come si possa elaborare un piano progettuale solo a fine anno, come già avvenuto tra l’altro l’anno scorso)

In sostanza il personale (compreso quindi la polizia municipale) non ha ancora saputo quali erano i progetti che lo hanno coinvolto nell’anno, e che saranno oggetto di valutazione; un modo di progettare che troviamo veramente particolare…

Ci auguriamo che le trattative vengano riprese al più presto, per il bene dei cittadini e per il rispetto del lavoro che quotidianamente viene svolto dalla polizia municipale che, ci preme ricordare, a titolo esemplificativo e non esaustivo comprende: controllo della mobilità e sicurezza stradale, tutela della libertà di impresa e tutela del consumatore, comprensiva almeno delle attività di polizia amministrativa commerciale, tutela della qualità urbana e rurale, comprensiva delle attività di polizia edilizia, tutela della vivibilità e della sicurezza urbana e rurale, comprensiva delle attività di polizia giudiziaria, supporto nelle attività di controllo spettanti agli organi di vigilanza preposti alla verifica della sicurezza e regolarità del lavoro, controllo relativo ai tributi locali secondo quanto previsto dai rispettivi regolamenti, soccorso in caso di calamità, catastrofi ed altri eventi che richiedano interventi di protezione civile.

(Sotto il volantino delle forze sindacali)

vigili

Be Sociable, Share!

Pubblicato il 8 settembre 2016 su Informazione/Stampa. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento