UNIONE A SEI COMUNI…..UNA COSA SERIA!!!

 

Il Movimento 5 stelle Castelfranco Emilia vorrebbe approfittare di quanto annunciato dall’amministrazione comunale per fare alcuneMunicipio considerazioni.

Leggiamo : In prospettiva di un diverso ruolo dei comuni e del superamento delle province, il 16 gennaio 2014 è stato avviato un percorso per il riordino dei sei seguenti enti locali condiviso da Sindaci, associazioni economiche e sociali (L.R. 16/01/12): San Cesario, Castelfranco Emilia, Nonantola, Bomporto, Bastiglia e Ravarino.

Pensiamo che sia arrivato il momento di rinegoziarne le condizioni per far valere il peso della nostra città: in questi anni Sindaco e amministrazione si sono addormentati sugli allori nonostante detengano il potere decisionale per preservare territorio e cittadinanza.ospedale_castelfranco1

L’esempio più eclatante è senz’altro l’Ospedale di competenza di tutto il distretto: come si può contare su una struttura che dai 200 posti letto degli anni 80 è passata a 35 per tutto il distretto? E’ inoltre necessario riaprire il pronto soccorso, oggi degradato a punto di primo intervento solo diurno; ci auguriamo che, per lo meno nell’immediato, venga messa in pratica la promessa di reintrodurre il medico notturno in affiancamento al 118 per offrire al territorio la continuità assistenziale! Certo, siamo orgogliosi del “nuovo” centro prelievi e della nuova offerta di esami endoscopici, ma non capiamo però a cosa serviranno questi investimenti, dal momento che il PAL Regionale, con la complicità delle varie Amministrazioni Comunali passate e presenti ha decretato la definitiva chiusura dell’Ospedale.

E la tenenza? I Carabinieri gia’ poco presenti sul territorio del nostro Paese saranno sparpagliati in un territorio con utenze raddoppiate da 35000 c.a a 70000 c.a.auto carabinieri

L’obiettivo della sinergia dei 6 comuni uniti dovrebbe inoltre concretizzarsi nei tanto sbandierati miglioramenti dei servizi, della gestione del personale, della Polizia Municipale, del welfare, dei servizi per le imprese, ecc. ecc. ecc.

Ma di cosa stiamo parlando?

L’amministrazione ha dichiarato piu’ volte di non avere fondi disponibili!

MANCANZA DI FONDI per i lavori per la casa della salute, tanto sponsorizzata dall’attuale Amministrazione; sempre per mancanza di fondi si è svenduto il territorio: parliamo di CAVE e di IMPIANTI FOTOVOLTAICI disastri ambientali fatti passare come una opportunità vantaggiosa per noi cittadini ma in realtà a guadagnarci nel primo caso sono la FRANTOIO FONDOVALLE DI MODENA e nel secondo ne beneficeranno i Comuni della Bassa; ancora per MANCANZA DI FONDI non si sono ristrutturate le nostre case popolari! Hanno tanto a cuore la riqualificazione del centro storico da essere i maggiori artefici del suo degrado!

UN’AMMINISTRAZIONE INCONSISTENTE E PRIVA DI UNA PROGRAMMAZIONE AVANTI COI TEMPI.

Il Movimento 5 Stelle Castelfranco Emilia è stato ufficialmente certificato e a breve presenterà LISTA e PROGRAMMA , un programma trasparente e partecipato, in collaborazione coi cittadini.

Un’amministrazione seria deve accogliere le esigenze del proprio paese, valutarne le soluzioni e solo in quel momento puo’ esporsi proponendo soluzioni sagge e realizzabili!

Non ci presenteremo nel periodo elettorale con false promesse per acquisire il maggior numero di consensi possibili. Le precedenti Amministrazioni hanno usato questo metodo per anni , ma ora la gente e’ stanca di essere presa in giro, vuole VERITA’, SERIETA’ e FATTI CONCRETI.

Be Sociable, Share!

Pubblicato il 3 marzo 2014, in 2014, Informazione/Stampa, P.A., Salute, sanità con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento